Blog

Trekking: Campagna di Siena

Scegliere di fare trekking nella campagna senese offre la possibilità di avventurarsi su sentieri, con scorci e paesaggi dove la storia e la cultura toscana nascono.

 

Uno degli itinerari che vi permetterà di assaporare la storia di queste terre, è quello chiamato Via delle Grance, che è una delle antiche vie, assieme alla più famosa Francigena, percorse dai pellegrini . Questo percorso si snoda sul territorio, portando il viaggiatore a visitare le varie grance (antichi magazzini medievali fortificati, dove si raccoglieva il grano) legate allo Spedale di Santa Maria della Scala, situato in Piazza del Duomo a Siena. Nel Medioevo questo ospedale si occupava dei malati, ma anche di poveri e degli orfani, ora è visitabile come polo museale. Il suo simbolo, una scala, è ancora visibile sulle varie grance situate sul percorso.

Trekking: Campagna di Siena- Hotel Siena Borgo Grondaie
Grancia di Cuna- trekking fra le Crete Senesi

Il percorso è suddiviso in 6 tappe, tra le Crete Senesi e la Val d’Orcia, quasi interamente su strade sterrate. Vi ritroverete a fare trekking tra borghi storici e natura selvaggia, inoltre si consiglia di munirsi di una cartina delle Crete Senesi e Val d’Orcia, sulle quali il percorso è segnato.

Trekking: Campagna di Siena- Hotel Siena Borgo Grondaie
Val d’Orcia- trekking (photo credit Gianluca)

ITINERARIO:

1° TappaDa Siena a Monteroni d’Arbia:  Durata: 6h-3.30h / Lunghezza: 20km-12km

in questo tragitto non troverete un dislivello significativo. La durata e la lunghezza del percorso variano: da quella più lunga, se si sceglie di partire da Piazza del Duomo a Siena, o più breve, dal borgo di Malamerenda, situato vicino Siena.

SENTIERI: 502-500

2° Tappa- Da Monteroni d’Arbia ad Asciano: Durata: 5.30h / Lunghezza: 16km

Questo tratto è abbastanza lungo, ma non presenta difficoltà particolari, ne dislivelli degni di nota. Inoltre, questo percorso attraversa le Crete Senesi, per la particolarità del terreno si sconsiglia di seguirlo durante periodi piovosi.

SENTIERI: 503

3° Tappa- Da Asciano alla fattoria Belsedere: Durata: 5.30h / Lunghezza: 18km

Anche questa è una lunga tappa, ma offre la possibilità di riposarsi a Serra di Rapolano. Il paesaggio di questo percorso è uno dei più suggestivi di tutto il territorio senese.

Trekking: Campagna di Siena- Hotel Siena Borgo Grondaie
Alba su campagna senese- trekking (photo credit Antonio Cinotti)

SENTIERI: 505

4° Tappa- Dalla fattoria Belsedere a Sant’Anna in Camprena: Durata: 4h / Lunghezza: 13km

Qui il dislivello si fa leggermente più impegnativo, si è ancora tra le crete. Il percorso porta nella natura, ma anche in due borghi antichi, che meritano una visita anche solo per godere della vista spettacolare che offrono.

SENTIERI: 516-517-517a-566

5° Tappa- Da Sant’Anna in Camprena a San Quirico d’Orcia: Durata: 4.30h(2.30h) / Lunghezza: 15.5km(8km)

Il dislivello si abbassa nuovamente in questa tappa. Si consiglia di utilizzare un bus privato, il Postalino di Val d’Orcia, che velocizzerà la parte sulla strada asfaltata.

STRADA ASFALTATA VERSO PIENZA

6° Tappa- Da San Quirico d’Orcia a Castelluccio: Durata: 6h / Lunghezza: 19km

Percorso facile, ma molto lungo. Offre viste panoramiche e numerosi edifici storici sono disseminati sul tragitto. Parte del cammino non è segnato, si consiglia quindi di attenersi alla cartina della Val d’Orcia.

STRADA VERSO RIPA D’ORCIA

La numerazione dei sentieri fa riferimento alla cartina delle Crete Senesi basata sulla sentieristica del CAI.

La nostra posizione:

Borgo Grondaie consiglia di suddividere il percorso in varie tappe giornaliere. La nostra posizione è un punto strategico da cui partire, per una visita giornaliera alle varie tappe del percorso. Inoltre, siamo dotati di parcheggio dove potrete parcheggiare la vostra auto, e di una piscina d’acqua salata per rilassarsi. Per maggiori informazioni sulle nostre nuove offerte, visitate il nostro sito: www.hotelsienaborgogrondaie.com

www.hotelsienaborgogrondaie.com

Edito da Borgo Grondaie

Mattia

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on Pinterest