Blog

Syrah, una storia controversa

Syrah, una storia controversa-Hotel Borgo Grondaie
Syrah, una storia controversa-I due nomi attribuiti a quest’uva

Legata fin dalla nascita alla mia terra, la Sicilia, ai suoi profumi, odori e sapori così variegati, vorrei parlarvi di uno dei più pregiati vini conosciuti in tutto il mondo: il Syrah.

Esso è noto per essere uno fra i vini rossi più importanti e la sua origine, ancora oggi, è abbastanza controversa.  Per una stessa uva esistono due nomi: Syrah o Shiraz. Appartenente al gruppo delle uve chiamate “internazionali”, è famosa in Italia, Australia, California e Sud Africa, ma le due aree storiche di riferimento sono la Valle del Rodano (Francia) e l’Australia. Gli esperti ritengono che derivi dal Medio Oriente e che già durante l’Impero Romano fosse coltivato e usato per la produzione dei vini nella Valle del Rodano. Se la Valle del Rodano vanta la più antica tradizione, la notorietà di questi vitigni in Australia è cosa recente. Probabilmente fu importato nel Paese da James Busby nel 1837 e qui cambiò il suo nome prima in Scyras, e dopo in Shiraz, come viene attualmente chiamato.

 

Una storia controversa-Hotel Borgo Grondaie
Una storia controversa-Grappolo d’uva

Le differenze fra il Syrah Francese e il Shiraz Australiano sono dovute non solo alle condizioni climatiche ed ambientali, ma anche allo stile di vinificazione che viene usato nei due Paesi. In Francia, nella Valle del Rodano, è vinificato in purezza e aggiungendo Viogner; in Australia, è unito spesso al Cabernet Sauvignon.

Il Syrah è un’uva a maturazione abbastanza tardiva. I suoi grappoli hanno un aspetto compatto e presenta acini allungati e dal colore scuro. E’, inoltre, piuttosto adatto alla maturazione in botte e viene coltivato sia in climi caldi sia freddi, a seconda degli aromi che si vogliono ottenere dalla sua lavorazione.

In molte regioni d’Italia si è sentita l’esigenza di unire vitigni internazionali, quale appunto il Syrah, con vitigni autoctoni e in particolare in Toscana si coltiva il Syrah per esaltare le qualità del pregiatissimo Sangiovese.

 

Una storia controversa-Hotel Borgo Grondaie
Una storia controversa-Bottiglia di Syrah

Colore, aromi e gusto.

I vini prodotti con il Syrah sono abbastanza longevi e, generalmente, presentano un colore scuro e intenso. Questa caratteristica è tipica per quei vini provenienti da raccolti con basse rese, mentre il loro colore sarà pallido e trasparente quando le rese raggiungono quantità eccessive. Il Syrah “maturo” presenterà un colore rosso rubino.

 

Una storia controversa-Hotel Borgo Grondaie
Una storia controversa-Il rosso rubino tipico dei vini Syrah

Per quanto riguarda i suoi aromi, i produttori europei prediligono un aroma più o meno accentuato di pepe nero, mentre nel “Nuovo Mondo” i vini sono caratterizzati da un aroma di frutta matura e confetture. Sia il legno sia la maturazione in botte, inoltre, sono due elementi fondamentali che ne influenzano l’aromaticità.

 

Una storia controversa-Hotel Borgo Grondaie
Una storia controversa-Cantine e botti di vino Syrah

Perfino il loro gusto si distingue nelle due aree: nella Valle del Rodano si producono vini robusti, dai gusti rotondi e meno tannici; in Australia, invece, sono densi, corposi e concentrati. In generale, però, la caratteristica di astringenza è un fattore piuttosto presente e rimane una componente primaria di questo tipo di uva.

 

Una storia controversa-Hotel Borgo Grondaie
Una storia controversa-Degustazione vino

Infine, vi consiglio di accompagnare il Syrah con affettati saporiti, carni rosse ai ferri, selvaggina, formaggi affumicati e alle erbe, oppure anche con un piatto di mare particolarmente gustoso, come il pesce spada al rosmarino.

 

Una storia controversa-Hotel Borgo Grondaie
Una storia controversa-Affettati tipici siciliani

 

Una storia controversa-Hotel Borgo Grondaie
Una storia controversa-Formaggi tipici siciliani

 

Una storia controversa-Hotel Borgo Grondaie
Una storia controversa-Trancio di pesce spada

 

Borgo Grondaie a Siena vi offre la possibilità di alloggiare nella nostra struttura e con passione vi consiglieremo i migliori percorsi degustativi della Toscana.

Giorgia

Pubblicato da Borgo Grondaie

 

Contattaci

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on Pinterest