Blog

PANFORTE

Dopo la ricetta per i Ricciarelli, l’Hotel Siena Borgo Grondaie è lieto di condividere con voi la ricetta per Panforte, simbolo della pasticceria di Siena. (Dal libro “Luoghi del senso di Siena”).

Panforte - Hotel Borgo Grondaie
Panforte

La storia del Panforte fa riferimento ai tempi medievali quando il commercio delle spezie è iniziato e questa torta può essere considerata un discendente diretto di un altro tipo di torta chiamato “panpepato”. Il nome di panforte (pane forte) si riferisce a quei dolci fatti con pane e miele, arricchiti con frutta secca e l’umidità in esso combinata con zuccheri ha provocato un sapore acido forte.

Panforte - Hotel Borgo Grondaie
Panforte – miele

Con l’introduzione di spezie provenienti dall’Asia, la conservazione del pan di zenzero è stata migliorata e ampliata. Le spezie si diffusero ai monasteri dove esperti religiosi preparavano il primo pane speziato nei loro laboratori farmaceutici completamente attrezzati. Nel tempo, la tradizione della produzione di panforte da parte di piante farmaceutiche è stata fortemente mantenuta in modo che, a partire dall’Ottocento, dalle più antiche farmacie di Siena derivano oggi l’industria della pasticceria.

Panforte - Hotel Borgo Grondaie
Panforte

La ricetta è rimasta pressoché invariata nel corso dei secoli, con una bella variazione che ha dato origine al panforte nero che include il cacao e il panforte Margherita con un gusto più delicato e coperto di zucchero in polvere invece di pepe; Questa è dedicata alla Regina Margherita di Savoia in visita a Siena nel 1879.
Ecco la ricetta per 10 persone:
60 g di farina
– 150 g di miele
– 100 g di zucchero
– 200 g di noci tritate e leggermente tostate (mandorle e nocciole)
– Spezie: un abbondante spruzzatura di cannella, un pizzico di pepe, una spolverata di noce moscata

– 200 g di citrone candito
– 100 g di buccia d’arancia candita

Cuocere insieme zucchero e miele con un po’ di acqua, quando lo zucchero è fuso aggiungere il frutto candito (tagliato a piccoli cubi) e portare ad un punto di ebollizione, quindi versare la miscela in una grande ciotola e aggiungere la farina, un po’ di zucchero , spezie e noci tritate. Mescolare bene e versare la miscela in una vaschetta rotonda foderata di farina. Cuocere per 20 minuti a 180 gradi. Lasciare raffreddare e spolverare la superficie con lo zucchero a velo.

 

Posted by: www.hotelsienaborgogrondaie.com

 

 

Salva

Salva

Salva

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on Pinterest