Blog

Le varietà del Pecorino - Hotel Borgo Grondaie Siena

Le varietà del Pecorino

Uno dei prodotti alimentari più famosi in Italia è il formaggio. In particolare, la Toscana ed il territorio senese sono zone di alta produzione casearia.

Il  pecorino è un formaggio fatto con latte di pecora, storicamente di origine mediterranea. Rispetto ai formaggi fatti con latte vaccino, il pecorino presenta il doppio di grasso e di caseina. In Italia, le varietà del pecorino sono: il Pecorino Romano, Pecorino Toscano, Pecorino Sardo, Pecorino di Filiano, Pecorino Crotonese, Pecorino di Picinisco, Pecorino Siciliano ed il Pecorino delle Balze Volterrane.

STAGIONATURA: A seconda della durata del periodo di stagionatura, il pecorino può essere di vari tipi.

  1. Fresco
  2. Primosale
  3. Secondosale o semi-stagionato
  4. Stagionato

VARIETA’: Oltre alla versione tradizionale, i caseifici producono diverse varianti aggiungendo ingredienti particolari, come pepe nero, peperoncino, pomodori secchi, olive, tartufo, noci o pistacchi.

Le varietà del Pecorino - Hotel Borgo Grondaie Siena
Vari tipi di Pecorino – Photo Credit B. Skinner – Le varietà del Pecorino

PECORINO IN TOSCANA: Il pecorino di Pienza è sicuramente il formaggio toscano più celebre, prodotto in provincia di Siena, a Pienza. Si tratta di un formaggio a pasta dura. L’unico metodo riconosciuto come tradizionale è far stagionare il prodotto in barrique di legno di rovere per almeno 90 giorni.

Il pecorino stagionato in foglie di noce, è un formaggio tipico della provincia di Siena, prodotto a  Montefollonico. Una particolarità di questo formaggio sta nella materia prima utilizzata, ossia il latte di pecore provenienti dalla Sardegna. La pasta è semi-dura e giallina, la sua stagionatura è divisa in due momenti e la seconda fase dura non meno di tre mesi, durante i quali il prodotto è avvolto in foglie di noce, che contribuiscono a conferire al pecorino il suo particolare sapore.

Le varietà del Pecorino - Hotel Borgo Grondaie Siena
Pecorino di Pienza – Photo Credit Ryan Snyder – Le varietà del Pecorino

COME CONSERVARE IL PECORINO. Il luogo ideale di conservazione prevede una temperatura costante compresa tra i 10° e i 15°, umidità e areazione: una cantina. Tuttavia, la soluzione più utilizzata è il frigorifero, che però tende ad asciugare il formaggio. Di seguito alcuni consigli per conservare al meglio il pecorino in frigo.

  1. La giusta temperatura: bisogna fare una distinzione tra le tipologie di formaggio; i formaggi freschi vanno collocati nella parte più fredda del frigo tra 2 e 4°, i formaggi stagionati nella parte meno fredda del frigo tra gli 8 e i 10° mentre tutti gli altri nello scomparto a temperatura compresa tra i 6 e gli 8°. Il formaggio non deve mai subire sbalzi di temperatura.
  2. Non usare la pellicola trasparente o la plastica: in questo modo si “soffoca” il formaggio impedendogli di respirare. Il metodo migliore è usare della carta, che può variare a seconda del formaggio scelto. Nel caso dei formaggi più o meno stagionati a pasta semidura la soluzione migliore è conservarli in fogli di carta alimentare. Per i formaggi freschi o a pasta molle potete usare carta alimentare o carta da forno e riporli poi in un contenitore ermetico. In alternativa, è possibile anche coprirli con un panno inumidito.
  3. Togliere il formaggio dal frigo 2 ore prima di consumarlo, in questo modo conserverà tutto il suo sapore ed il suo gusto.
  4. Non congelare il formaggio, in quanto la decongelazione altera la struttura della pasta e compromette il gusto del prodotto stesso.

COME CONSUMARE IL PECORINO: Essendo un alimento molto nutriente, è preferibile consumarlo da solo, oppure accompagnandolo con insalata o verdure. 100gr di pecorino apportano al nostro organismo circa 400 calorie. Il pecorino è usato in numerosi piatti italiani, come i bucatini all’amatriciana, il pesto genovese, la frittata di uova e molti altri.

QUALE VINO ABBINARE AL PECORINO? L’abbinamento più tipico è quello con il Chianti Classico  o Chianti Colli Senesi, tipici delle città di Firenze e Siena. Un ulteriore abbinamento, anche se piuttosto costoso, è quello tra il pecorino romano e il Brunello di Montalcino, proveniente sempre dal territorio senese.

Le varietà del Pecorino - Hotel Borgo Grondaie Siena
Vino e formaggi – Photo Credit Vanessa Lollipop – Le varietà del Pecorino

DOVE COMPRARE IL PECORINO: In Toscana e nel territorio senese è possibile acquistare pezzi di Pecorino dappertutto, ma nelle botteghe di Pienza (SI) è possibile trovare il celebre Pecorino di Pienza nella versione tradizionale ed in versioni più creative, con peperoncino o tartufo. In alcune botteghe viene anche offerta la possibilità di fare una degustazione di formaggi, in modo da poter scegliere quello che si preferisce.

L’Hotel Borgo Grondaie si trova in una posizione strategica: dista solo un’ora da Pienza. Potete scegliere di recarvi nel luogo di nascita del formaggio oppure di  restare a Siena, dove ci sono numerosi luoghi dove poter acquistare questo prodotto locale, come il Consorzio Agrario in Via Pianigiani. Qualunque sia la vostra scelta, noi di Borgo Grondaie vi aspettiamo!

Le varietà del Pecorino - Hotel Borgo Grondaie Siena
Le varietà del Pecorino – Hotel Borgo Grondaie Siena

offerta

Edited by Borgo Grondaie

Giulia

(fonte: wikipedia.org)

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on Pinterest