Blog

Il Pecorino Toscano

Il Pecorino Toscano. Uno dei prodotti di eccellenza della nostra bella regione è senza dubbio il Pecorino Toscano.
Il Pecorino Toscano è un formaggio DOP, cioè un prodotto a Denominazione di Origine Controllata, un riconoscimento ottenuto dalla Commissione Europea nel 1996 esattamente 10 anni dopo quello ricevuto dalla Stato Italiano.

In realtà pecorino è un termine generico e può essere usato per indicare tutti i formaggi fatti con latte di pecora. In Italia esiste una grande varietà di pecorini, derivanti dalle aree di provenienza o dalle razze ovine. In Toscana si ricordino in particolare le produzioni di pecorino a Cortona, Barga, Pietrasanta, ma anche in Maremma, nel Casentino e in Valdichiana. Più vicine a noi vi sono quelle del Chianti e delle Crete Senesi.

Il Pecorino Toscano - Hotel Borgo Grondaie Siena
Pecorino Toscano

Una piccola curiosità: il pecorino prodotto nell’area delle Crete Senesi era molto apprezzato da Papa Pio II, Enea Silvio Piccolomini nato a Pienza nel 1405. I primi riferimenti storici relativi al Pecorino Toscano risalgono all’epoca dei Romani, nel documento di Plinio il Vecchio Naturalis Historia.In realtà si pensa cha la produzione sia avvenuta ancora prima, all’epoca degli Etruschi. Nel XV secolo era conosciuto con il nome di “cacio marzolino” a causa del periodo di produzione cha andava da Marzo per proseguire poi tutta la primavera.

Per quanto riguarda le caratteristiche di questo alimento principe della cucina toscana si ricordi che l’elemento base è naturalmente il latte, che deve essere esclusivamente di pecora e prodotto da greggi allevate sul territorio delimitato dalla Demoninazione di Origine Protetta. In particolare le pecore appartengono a razze diverse, autoctone (Appenninica, Sopravvissana e Massese) oppure importate (Comisana e Sarda).

Il Pecorino Toscano - Hotel Borgo Grondaie Siena
Ovini in Toscana

Per la sua produzione il latte di pecora viene munto una volta al giorno per poi essere raccolto, refrigerato ed inviato ai caseifici dove avviene la caseificazione. La stagionatura del pecorino dura dai 40 giorni ai 6 mesi. Inoltre il Pecorino Toscano DOP può essere prodotto con latte di pecora intero di due varietà: fresco o stagionato. Quello fresco ha una crosta gialla, una pasta bianca e una tenera consistenza. Il sapore è di solito definito “dolce”. Il pecorino stagionato invece ha una crosta gialla ma anche nera o rossa a seconda dei trattementi subiti (pomodoro, cenere, olio). La pasta è gialla e ils apore è più deciso ma mai piccante.

Il Pecorino Toscano - Hotel Borgo Grondaie Siena

Il Pecorino Toscano - Hotel Borgo Grondaie Siena

Tra I vini consigliati per l’accostamento ci sono sicuramente con il pecorino fresco la Vernaccia di San Gimignano e il Bianco di Pitigliano. Con quello stagionato vi sono il Brunello di Montalcino e il Morellino di Scansano.

Ed ecco a seguire un paio di sfiziose ricette che vi consiglia il Borgo Grondaie per provare questa prelibatezza toscana!

Pasta con  melanzane e pecorino toscano

INGREDIENTI per 4 persone:
2 melanzane
1 spicchio di aglio
2 pomodori perini ben maturi
2 fette di pecorino toscano
origano fresco
2 – 3 cucchiai olio extra vergine di oliva
350 g di pasta corta

PREPARAZIONE
Lavate bene le melanzane, tagliatele a cubetti e fatele cuocere in una padella antiaderente con mezzo cucchiao di olio a fiamma decisa in modo che arrostiscano senza fare acqua, per circa una decina di minuti. Pulite l’aglio, fatelo a pezzettini e unitelo alle melanzane. Salate Saltate le verdure molto spesso per farle cuocere ma non sbruciacchiare. Lavate e taliate a pezzettini piuttosto piccoli i pomodori perini, uniteli alle melanzane spadellate a fiamma vivace per un minuto o due e spengete.
Nel frattempo mettete a bollire l’acqua per la pasta, tagliate due fette di pecorino toscano alte mezzo cm e tagliatele a cubettini/pezzettini.
Due tre minuti prima che la pasta sia cotta, accendete di nuovo la padella per far “riprendere il bollore”, scolate la pasta al dente (tenete da parte un po’ di acqua di cottura) e saltatela in padella un minuto o due con le melanzane. Aggiungete la metà del pecorino a pezzettini, spengete la fiamma, date un giro di olio, spadellate e servite la pasta bella calda cospargendola ancora con un filo di olio e del pecorino.

Pecorino alla griglia
Ingredienti
Pecorino fresco: 400 g
• Menta: Qualche foglia
• Origano: Una grossa presa
• Olio extravergine: q.b.

PREPARAZIONE
Il pecorino alla griglia si prepara affettando il pecorino e lasciando riposare le fette in un bagno di olio misto ad un trito di menta ed origano. Dopo circa 1 ora le fette verranno scolate e poste su una griglia con dell’olio aromatizzato. Al termine verranno servite ben calde.

Se vuoi assaggiare la nostra selezione di Pecorini Toscani con Confetture stagionali, visita il nostro sito Hotel Siena Borgo Grondaie e approfitta delle nostre offerte speciali.

Ti aspettiamo!

Il Pecorino Toscano - Hotel Borgo Grondaie Siena
www.hotelsienaborgogrondaie.com

Ilaria Simi

Pubblicato da Hotel Siena Borgo Grondaie

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on Pinterest