Blog

Il Duomo di Siena non finisce mai di stupire!

Il Duomo di Siena non finisce mai di stupire! Com’è noto il Duomo di Siena costituisce uno degli esempi più importanti di cattedrale romanico-gotica italiana. Secondo la tradizione, quella attuale sostituisce una prima chiesa dedicata a Maria, eretta intorno al IX secolo, sorta nel luogo in cui si trovava un tempio dedicato alla dea Minerva. Sempre da notizie prive di una precisa documentazione, sappiamo che l’edificio fu consacrato nel 1179 alla presenza del Papa senese Alessandro III Bandinelli.

Il Duomo di Siena

Una delle maggiori attrazioni che è possibile ammirare all’interno del Duomo sono i bellissimi pavimenti.  E proprio quest’anno, in occasione dell’Expo Milano 2015, l’Opera della Metropolitana di Siena presenta, in via del tutto eccezionale, la “scopertura” del pavimento dal 1 al 31 luglio. Si tratta di un’apertura straordinaria, senza precedenti, che si aggiunge a quella consueta del 18 agosto, dopo il Palio dell’Assunta, fino al 27 ottobre.

Generalmente il prezioso pavimento di marmo è protetto dal calpestio di turisti e fedeli ma ogni anno viene “scoperto” per farlo ammirare dai numerosi visitatori che giungono a Siena. Si tratta del pavimento “più bello, grande e magnifico” che fu mai stato fatto, secondo la nota definizione del Vasari.

Il pavimento del Duomo di Siena
Il pavimento del Duomo di Siena

Esso rappresenta il risultato di un complesso programma iconografico realizzato attraverso i secoli, a partire dal Trecento fino all’Ottocento. La tecnica utilizzata è quella del graffito e del commesso con marmi di provenienza locale come il broccatello giallo, il grigio della Montagnola e il verde di Crevole. La visita del pavimento può essere effettuata con delle audiovideoguide, tablet multimediali che permettono l’ascolto del testo-guida. Oltre al pavimento è possibile visitare il Museo dell’Opera dove si trovano, oltre alla Sala delle Statue, i mosaici  con i simboli delle città alleate di Siena. Nella Sala dei Cartoni, il cui ingresso fiancheggia la magnifica Maestà di Duccio di Buoninsegna, è visibile la celebre pianta del pavimento del Duomo delineata da Giovanni Paciarelli nel 1884 e che permette di avere un quadro d’insieme delle raffigurazioni e dell’itinerario che dall’ingresso conduce all’altare maggiore. Da qui è possibile accedere anche alla Cripta, sotto il pavimento del Duomo e al Battistero.

Pianta di di Giovanni Paciarelli

Contemporaneamente, per chi volesse vedere il pavimento anche dall’alto con la visita guidata, è possibile prenotare l’itinerario Opa Si pass Plus che, oltre all’accesso a tutti i siti museali del complesso, permette la salita verso la  cosiddetta “Porta del Cielo”. Dopo lunghi restauri, infatti, a partire dal 1 marzo dell’anno scorso e fino al 31 ottobre 2015 è possibile ammirare il “cielo” del Duomo, una serie di locali mai aperti al pubblico, all’interno dei quali, per secoli, nessuno è potuto accedere. La magnifica facciata del Duomo è fiancheggiata da due imponenti torri terminanti con guglie di svariate forme che si proiettano verso l’alto al cui interno si inseriscono scale a chiocciola, quasi segrete perché nascoste alla vista dei visitatori e che conducono verso il “cielo” del Duomo. È infatti possibile camminare sopra il sacro tempio e ammirare suggestive viste panoramiche dentro e fuori la cattedrale. Affacciandosi dalla navata sinistra è possibile ammirare uno splendido panorama sulla Basilica di San Domenico, la Fortezza Medicea, l’intera cupola della cappella di San Giovanni Battista e il paesaggio circostante fino alla Montagnola senese.

La Porta del Cielo

A tutto questo si aggiunge un’iniziativa nuova e interessante, la cosiddetta Divina Bellezza:  Discovering Siena che si terrà dal 24 luglio al 30 settembre 2015 in Piazza Jacopo della Quercia. Il Comune di Siena e l’Opera della Metropolitana di Siena, in collaborazione con Filmmaster Events e Opera Gruppo Civita, lanciano questa iniziativa culturale volta a valorizzare il complesso del Duomo di Siena. Un video mapping che, durante le sere d’estate, farà rivivere la storia di Siena e del Duomo. Si tratta di un’esperienza visiva in cinque atti che permetterà di ripercorrere la storia di un luogo unico al mondo e di conoscere la storia di Siena, del Duomo e del Duomo Nuovo. È una tendenza a livello mondiale: quella di far vivere i monumenti, raccontarne la storia e l’identità. Un mix tra poesia visiva e racconto pensato per un pubblico italiano e straniero. La manifestazione sarà in programma tutti i giorni della settimana, in più lingue, da luglio a settembre, con due proiezioni per sera, dopo il tramonto.

La Divina Bellezza- Discovering Siena

Orari e Prezzi

Cattedrale + Libreria Piccolomini 4,00 Euro. Dal 01/11 al 24/12 e dal 07/01 al 28/02 Cattedrale free e Libreria Piccolomini 2,00 Euro.

Cattedrale periodo scopertura pavimento + Libreria Piccolomini 7,00 Euro

Museo dell’Opera e Panorama dal Facciatone 7,00 Euro

Cripta 6,00 Euro ( 8,00 Euro in caso di aventi eccezionali)

Battistero 4,00 Euro

Opa Si Pass all inclusive (non comprende la Porta del Cielo): 12,00 Euro dal 01/03 al 31/10, 8,00 Euro dal 01/11 al 24/12 e dal 07/01 al 28/02,

10,00 Euro dal 26/12 al 06/01

Porta del Cielo, visita ai tetti del Duomo, alla Cattedrale ed alla Libreria Piccolomini:

Porta del Cielo 15,00Euro

Opa Si Pass + Porta del Cielo:

20,00 Euro dal 01/03 al 31/10

15,00 Euro dal 26/12 al 01/06

Costo prenotazione 1,00 Euro a persona

ILARIA SIMI

Pubblicato da Hotel Borgo Grondaie

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on Pinterest