Blog

Come degustare un Chianti

Come degustare un Chianti è certamente qualcosa da sapere quando si organizza una visita a Siena, che insieme a: Firenze, Pisa, Pistoia e Prato delimita la zona di produzione di questo vino,  una delle eccellenze italiane nel mondo.

Come degustare un Chianti- Hotel Siena Borgo Grondaie
Uva del Chianti, Come degustare un Chianti- photo credit Francesco Sgroi

Il Chianti proviene per la maggior parte da vitigni di Sangiovese, ma anche dal Cannaiolo e Malvasia, in parti minori. L’uva di questi vitigni produce un vino dai colori intensi, che assume varie tonalità di rosso in base al grado di invecchiamento.

COME DEGUSTARE UN CHIANTI CLASSICO:

Per poter assaporare a pieno un Chianti bisogna far attenzione a 3 passaggi, che vi guideranno dalla scelta della bottiglia al bicchiere:

1) Lettura dell’etichetta: questa contiene tutte le informazioni importanti sul vino, dal grado alcolico alla provenienza. L’etichetta sul retro, invece, contiene informazioni aggiuntive. Inoltre troverete il marchio del Gallo Nero sul collo della bottiglia, utile per riconoscere un vero Chianti; questo simbolo avrà un bordo rosso, se il vino in questione è giovane, o un bordo nero, nel caso in cui il vino sia una riserva.

Come degustare un Chianti- Hotel Siena Borgo Grondaie
Bottiglie di Chianti, Come degustare un Chianti- photo credit Andrea Castelli

2) Apertura della bottiglia: si sconsiglia di agitare la bottiglia, in quanto potrebbe alterare il sapore del vino. Inoltre sarebbe meglio conservarla in posizione coricata e in un luogo fresco e asciutto, lontano da fonti di calore. Una volta stappata la bottiglia si può bere subito il vino solo se questo è giovane, invece se si sta per gustare una riserva, sarebbe meglio aspettare qualche ora, permettendo al vino di ossigenarsi. Un’alternativa alla lunga attesa è la decantazione, che consiste nel versare il vino nel decanter (una caraffa a base larga), che permette una rapida ossigenazione.

Come degustare un Chianti- Hotel Siena Borgo Grondaie
Calici Chianti classico, Come degustare un Chianti- photo credit Nadia Fondelli

3) Degustazione: per degustare al meglio un vino, anche la scelta del bicchiere è fondamentale. Nel nostro caso è indicato un calice balon, dove la bocca tende a stringersi leggermente.
Inoltre per non alterare la percezione dell ‘odore del vino, è sconsigliato degustarlo in luoghi carichi di profumi (ad es. la cucina), ma anche avere una “bocca pulita da sapori” è importante: aspettate qualche minuto, se avete fumato una sigaretta o vi siete lavati i denti, prima di procedere.

ABBINAMENTI: si consiglia di abbinare carni rosse alla griglia per i vini di medio corpo, mentre per le riserve si consigliano formaggi stagionati o selvaggina.

 

Borgo Grondaie si trova a Siena, a soli 2km dal centro. La nostra sala dove è situato il bar è l’ideale per gustare al meglio un calice di vino: un ambiente tipicamente toscano che vi permetterà di immergervi in questa esperienza. Inoltre il nostro staff sarà felicissimo di consigliarvi i vini della nostra collezione, ma anche le migliori cantine dei dintorni.
Per controllare le nostre ultime offerte: www.hotelsienaborgogrondaie.com

www.hotelsienaborgogrondaie.com

 

Edito da Borgo Grondaie

Mattia

Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on Pinterest