English (United Kingdom)Italian - ItalyDeutch
Ottimizzato per Firefox

IL PANFORTE DI SIENA

index IL PANFORTE DI SIENA

Restando in tema natalizio, dopo la ricetta dei ricciarelli, Hotel Siena Borgo Grondaie vuole condividere con voi la ricetta del Panforte, emblema della pasticceria senese. ( Dal libro “ I luoghi del gusto a Siena”).

La storia del panforte rimanda all’epoca medievale del commercio delle spezie ed è legata a quella di un altro dolce tipico che è il panpepato del quale si può considerare un discendente diretto. Il nome panforte, dal latino panem fortis  cioè pane acido, si riferiva a quei dolci a base di pasta di pane e miele che venivano arricchiti con frutta secca o di stagione comunque avanzata , che, complice l’umidità rimasta combinata con gli zuccheri provocava un gusto acidulo (appunto forte). Con l’introduzione delle spezie arrivate dall’oriente, la conservazione del panforte venne migliorata e prolungata. Le spezie si diffusero anche nei monasteri dove religiosi esperti preparavano i primi pani speziati nei loro attrezzatissimi laboratori farmaceutici. Nel tempo la consuetudine della produzione di panforte e di altri dolci della tradizione senese  da parte delle officine farmaceutiche venne vivamente mantenuta tanto che, a partire dall’ Ottocento, dalle più antiche farmacie di Siena deriveranno le industrie dolciarie attuali.

La ricetta è rimasta quasi la stessa nei secoli, a parte qualche gradevole variazione che ha dato vita al panforte nero che prevede del cacao nell’impasto e il panforte Margherita con un gusto più amabile e la copertura di zucchero a velo al posto del pepe; quest’ultimo è dedicato alla Regina Margherita di Savoia in visita a Siena nel 1879.

Di seguito la ricetta per 10 persone:

-          60 g di farina

-          150 g di miele

-          100 g di zucchero

-          200 g di frutta secca pelata e leggermente tostata ( mandorle e nocciole)

-          Spezie: una spolverata abbondante di cannella, un pizzico di pepe, una grattata di noce moscata

         (chiodi di garofano   o semi di coriandolo facoltativi)

-          200 g di cedro candito

-          100 g di scorza d’arancia candita

-          Ostie da pasticceria

Cuocere insieme lo zucchero e il miele con un po’ d’acqua, quando lo zucchero è sciolto aggiungere la frutta candita tagliata a pezzetti , portare ad ebollizione e versare in un recipiente capiente. Aggiungere la farina, un po’ di zucchero vanigliato, le spezie e la frutta secca sminuzzata. Impastare il tutto e versare il composto in una teglia rotonda foderata con cialda da pasticceria. Cuocere in forno a 180° per 20 minuti. Buon appetito!!!

Posted By: www.hotelsienaborgogrondaie.com